FAQ per i turisti

D – Perché andare al Museo del Fiore?
R – Innanzitutto perché è un posto bello, baciato dal sole, immerso nei boschi di una riserva naturale e con grandi spazi intorno dove poter passeggiare, giocare o divertirsi. Poi perché dentro il Museo ci sono tante possibilità di imparare, incuriosirsi, stupirsi su tanti aspetti della natura e sui grandi e piccoli segreti che compongono il colorato mondo dei fiori. Infine il Museo è anche una “finestra aperta” sui territori di Torre Alfina e Acquapendente, per far conoscere meglio le loro bellezze, le loro genti, le tradizioni locali, come ad esempio la famosa festa dei Pugnaloni.

D – Si possono acquistare piante, fiori o semi?
R – No, il Museo non è un vivaio o un negozio. Abbiamo tuttavia in cantiere il progetto di allestire una piccola serra che permetta di vedere alcuni fiori particolari “dal vero” anche dentro il museo (e non solo sui sentieri intorno) e vorremmo produrre qualche seme di piante autoctone, aromatiche o officinali, da distribuire o vendere ai i più appassionati.

D – Si possono comprare dei souvenir?
R – Si, il Museo ha uno “shop” interno dove si possono acquistare souvenir creati da artigiani locali, ma anche prodotti biologici come marmellate, miele, olio, saponi, oltre a cartoline, libri e guide sul Museo, sul territorio e sulla Riserva Monte Rufeno. Volendo, si può anche prendere un caffè, bere qualcosa o sgranocchiare qualche piccolo snack.

D – Si riesce ad arrivare al Museo con la macchina?
R – Il Museo dista poco più di 2 km di strada bianca dal paese di Torre Alfina. La strada è larga, con fondo buono, senza pendenze particolari o curve strette e può essere percorsa con la macchina in qualsiasi stagione. Di fronte al cancello del Museo un ampio piazzale consente le manovre e il parcheggio.

 

Azioni sul documento
« giugno 2017 »
giugno
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930