Tu sei qui: Portale Gli Itinerari Turistici Il Sentiero dei Briganti

Il Sentiero dei Briganti

 

Il triste fenomeno del brigantaggio, che condizionò la vita nell’Alta Tuscia lungo l’intero arco del XIX secolo, è stato scelto come filo conduttore di un itinerario storico, tracciato tra Monte Rufeno (presso Acquapendente) e Vulci (dalla parte di Canino), attraverso i luoghi che furono testimoni della vita, dei delitti e della fine di molti briganti. Un itinerario percorribile a piedi, in mountainbyke o a cavallo, indicato da un’apposita segnaletica direzionale e dotato di un apparato illustrativo per la conoscenza sia delle principali emergenze culturali lambite dal sentiero sia delle più note figure di briganti che, per le loro gesta, sono passate alla storia. Il progetto, proposto dalla comunità montana “Alta Tuscia Laziale” e dai comuni di Canino, Ischia di Castro e Farnese, è stato elaborato nel novembre del 2000 nell’ambito degli interventi previsti dal Piano di Azione Locale del G.A.L. “Alta Tuscia” ed è stato presentato alla Regione Lazio per poter accedere ai finanziamenti dell’iniziativa comunitaria Leader II. E’ stato finanziato per il 78% dalla Comunità Europea e per la restante parte dagli enti che hanno proposto l’iniziativa. La comunità montana ne ha, poi, curato in prima persona l’appalto, la realizzazione e la promozione.

 
Azioni sul documento