Tu sei qui: Portale Bandi_concorsi AVVISO PROCEDURA DI TRATTATIVA DIRETTA PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI DI PROPRIETA’ DELLA COMUNITA’ MONTANA

AVVISO PROCEDURA DI TRATTATIVA DIRETTA PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI DI PROPRIETA’ DELLA COMUNITA’ MONTANA

Premesso che con Deliberazioni del Consiglio comunitario n.13/2010 e  n.15 del 31/08/2015 si approvava la vendita   della strutture adibite ad allevamento starne in C. di Onano

         

Precisato che con Determinazioni n. 67/2010 ,n. 5/2011, n. 17/2011 ,n.44/2011 n. 39 e n. 76/2015 si è provveduto all’indizione di aste pubbliche con le  quali si  è tentato di vendere,  gli immobili di proprietà della Comunità Montana, situati nel  C. di   Onano.

 

Dato atto inoltre che il regolamento della Comunità Montana sulle alienazioni degli immobili all’art.9 specifica che si procede alla vendita con il sistema della trattativa privata quando la gara mediante pubblico incanto precedentemente esperita sia  risultata deserta ….;

 

Dato atto che le procedure attivate con i provvedimenti sopra richiamati non hanno dato esito favorevole,in quanto nessuna offerta è pervenuta agli uffici comunitari.

 

Si ritiene pertanto necessario attivare una fase di trattativa diretta con gli operatori che manifesteranno interesse per gli immobili dalla data di pubblicazione del presente avviso e fino alla data del 23/08/2016.

 

L’aggiudicazione degli immobili avverrà secondo il criterio della migliore offerta . 

 

Descrizione del complesso

La vendita riguarda un complesso immobiliare  composto da : 

n.1 tettoia  mq. 224 €  28.560,00

N. 1 edificio capannone mq. 272 €  62.424,00

n. 1 manufatto tamponato per celle  mq. 297 €  45.441,00

terreno ha 4,3355 €  18.425,87

 

 

Prezzo di stima ridotto del 15%  totale prezzo base € 154.969,88

 

 

Chiunque sia interessato ad  instaurare una trattativa privata con l’Aministrazione Comunitaria finalizzata al’eventuale acquisto del complesso sopra descritto potrà far pervenire alla Comunità  Montana  “Alta Tuscia laziale” via Carmine n. 23 01021 Acquapendente entro e non oltre le ore 12 del 23/08/2016 una propria dichiarazione di manifestazione di interesse all’instaurazione di trattativa privata ai sensi degli art. 46 e 47 del DPR n.445/2000 con allegata fotocopia del documento d’identità da cu risulti:

 

- le generalità dell’offerente (nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza, recapito telefonico codice  fiscale) unitamente ad una copia fotostatica di un documento d’identità (pena l’esclusione), eventuale indirizzo PEC (posta elettronica certificata),

- la firma leggibile dell’offerente

- che non vi sono cause ostative a contrattare con la Pubblica Amministrazione; 

- che non è stata pronunciata a carico dell’offerente, o del rappresentante legalmente autorizzato alcuna condanna con sentenza passata in giudicato per un reato che pregiudichi la capacità di contrattare con la Pubblica Amministrazione;

 

 inoltre per i soggetti diversi dalle persone fisiche

 

- denominazione/ragione sociale 

- numero d’iscrizione al Registro delle imprese (C.C.I.A.A.); 

- nominativo luogo e data di nascita, codice fiscale e carica ricoperta dalle persone designate nominativo luogo e data di nascita, codice fiscale e carica ricoperta dalle persone designate a rappresentare ed a impegnare legalmente l’impresa; 

- indirizzo PEC (posta elettronica certificata) 

- che il Legale Rappresentante o il Rappresentante legalmente autorizzato, gli Amministratori e Soci muniti dei poteri di rappresentanza della società non hanno in corso provvedimenti o procedimenti che comportano la sospensione o la cancellazione alla C.C.I.A.A.; 

- che la società non si trova in stato di liquidazione coatta amministrativa , di fallimento, di concordato preventivo o di amministrazione controllata, né che tali procedure si siano verificate nell’ultimo quinquennio; 

b) Procura Notarile, (eventuale)in originale o in copia autentica, solo nel caso incui la domanda di partecipazione, la dichiarazione e l’offerta, non siano sottoscritte dal legale rappresentante della ditta, o dal soggetto offerente, mediante la quale, oltre ad agire in nome e per conto dell’interessato, il procuratore sia autorizzato a presentare istanza e sottoscrive l’offerta (procura speciale). 

 

In allegato il modello A1(persone fisiche) e A2 (per imprese)

 

  Se a manifestare l’interesse sia altro ente,pubblico o privato,copia certificata conforme all’originale, dell’atto da cui risulti il conferimento del potere di rappresentanza dell’ente al soggetto sottoscrittore dell’offerta,e ,se trattasi di ente privato,di copia,sempre certificata conforme all’originale dell’atto costitutivo.                                             

 

La Comunità Montana invierà agli interessati  formale invito ad offrire ,e la vendita potrà essere  disposta in accoglimento della miglior offerta, se ritenuta congrua.

In caso ci sia un unico interessato,la vendita potrà avvenire  a seguito di trattativa diretta con l’interessato medesimo.

 

Il bene attualmente  è occupato  con titolo non opponibile e L’Ente si impegna a consegnarlo al futuro acquirente libero e fruibile nel tempo tecnico necessario. 

 

ESPLETAMENTO DELLA GARA E DISPOSIZIONI VARIE

 

 

L’aggiudicazione provvisoria  sarà effettuata al concorrente  che avrà presentato l’offerta valida  con il prezzo più elevato rispetto a quello fissato come base d’asta.

 

Nel caso in cui due o più concorrenti  presenti alla trattativa dovessero presentare la stessa offerta  ed essa sia accettabile ,si procede nella medesima  adunanza ad una licitazione  tra essi soli ,ad offerte  segrete.

 

Colui che risulterà  il migliore offerente  sarà l’aggiudicatario provvisorio. Ove dovesse  essere presente alla gara  uno solo dei concorrenti  che hanno presentato la stessa offerta, sarà chiesto allo stesso modo di migliorare  la propria offerta con gli aumenti previsti di seguito. In caso di assenza di tutti i concorrenti che hanno presentato la stessa   offerta, ovvero in caso di diniego a migliorare le offerte da parte dei presenti ,l’aggiudicazione sarà decisa mediante sorteggio. 

 

All’aggiudicazione provvisoria si farà luogo  anche in presenza di una sola offerta valida .Essa sarà subito vincolante per l’aggiudicatario, fermo restando l’eventuale esercizio del diritto di prelazione,in quanto sussistente, da parte di affittuari od aventi titolo.

 

Decorsi inutilmente i termini per l’esercizio del diritto di prelazione ,ovvero in caso di rifiuto di esercitare tale diritto,si procederà alla stipula formale dell’atto di compravendita che sarà redatto dal notaio indicato dall’Amministrazione Comunitaria in data e luogo che saranno comunicati all’aggiudicatario mediante raccomandata A.R.

 

Sono a carico degli aggiudicatari le spese di registrazione e trascrizione  .

 

Fermo restando il vincolo per l’aggiudicatario provvisorio, gli effetti della compravendita decorreranno a favore  ed a carico dell’acquirente con la sottoscrizione del rogito,al momento  del quale  dovrà essere versato  il prezzo integrale d’acquisto nonché quello inerente alle spese della registrazione.

 

Per quanto non espressamente previsto  dal presente avviso si fa riferimento alle norme disciplinanti l’alienazione dei beni immobili patrimoniali dello Stato di cui al R.D. 23/5/1924 n.827

 

Ai sensi della Legge 675/96 e successive modifiche ed integrazioni, si informa che i dati personali acquisiti con il presente bando saranno raccolti presso l’Ufficio di Segreteria  e saranno trattati esclusivamente per finalità inerenti al presente procedimento amministrativo.

Del presente bando sarà data la più ampia pubblicità al fine di ottenere la vendita delle strutture:

Del presente bando sarà data ampia pubblicità tramite  affissione presso gli albi pretori dei comuni del comprensorio,sul sito della Comunità Montana (www.altatuscia.vt.it) sul sito dei comuni limitrofi e sarà inviato al Comune di Viterbo e sul sito delle  Associazioni Venatorie Viterbesi e di cui si è a conoscenza,ai Comuni di Sorano e Pitigliano  alla provincia di Viterbo  alle associazioni ATC1 VT e ATC2 VT  

 

Responsabile del Procedimento: 

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

 

D.ssa Rosati Marisa

 

ALLEGATI:

 >> "MODELLO A1 e A2" (doc)

>> Planimetria delle strutture nel Comune di Onano (jpg)

immagini delle strutture
foto_1
 foto_2
 foto_3
 foto_4
 foto_5

 

Azioni sul documento