Tu sei qui: Portale INFO TURISTICHE Personaggi illustri GIROLAMO FABRIZI: il teatro anatomico

GIROLAMO FABRIZI: il teatro anatomico

girolamo_fabrizio.jpg
Ritratto ad olio di Girolamo Fabrizi di Vincenzo Pasqualoni, 1856
 (Acquapendente, Palazzo Comunale, sala del Sindaco) (Archivio fotografico, Biblioteca Comunale di Acquapendente)
 
Il teatro anatomico venne realizzato su disegno di Paolo Sarpi nel 1594 per volere di Girolamo Fabrizi il quale, nel 1592, aveva acconsentito alle richieste di un Consigliere della Nazione Germanica che rappresentava la comunità studentesca di medicina a Padova. Costui si era infatti lamentato del fatto che gli studenti tedeschi i quali conducevano gli studi di medicina a Padova non avessero a disposizione un teatro nel quale eseguire gli studi di anatomia; ciò fa desumere che molto probabilmente la struttura precedente era inagibile o addirittura crollata. Presenta una forma ovale a sei gallerie digradanti ed è illuminato artificialmente da lampade. In origine, possedeva un tetto mobile per consentire la fuoriuscita dei cattivi odori durante la dissezione dei cadaveri. Un lanternone (lucernario) a soffitto venne realizzato nel 1844 per utilizzare la luce solare. Dal 1861 ebbe anche una sala comunicante attigua per le esercitazioni anatomiche degli allievi; durante le lezioni di anatomia venivano dissezionati i cadaveri di coloro che erano stati condannati all'esecuzione capitale. Affinché le lezioni di anatomia potessero essere svolte regolarmente, venivano nominati i Massari che avevano il compito di procurarsi i cadaveri dei condannati a morte. Queste nomine, tuttavia, essendo spesso molto contrastate, ritardavano l'inizio delle lezioni e inoltre le esecuzioni capitali non avvenivano frequentemente. Il Teatro anatomico cessò di essere funzionale nel 1872. Esso può contenere fino a 300 persone, ha una forma molto simile all'anfiteatro e presenta una struttura alquanto scoscesa; sul fondo presenta il tavolo per la lezione. Il teatro celebra la fama di Girolamo Fabrizi e i suoi trenta anni di insegnamento all'Università di Padova. L'ingresso del Teatro Anatomico, si trova nella loggia del Cortile Antico del Palazzo del Bò a Padova, sormontato da un busto con parrucca che non rappresenta Girolamo Fabrizi. Le ultime due righe della citazione commemorativa, che si trova su una lapide sopra un portale, si trovano invece incise nell'architettura della porta stessa e riportano le testuali parole "Hieronimo Fabricio ab Acquapendente XXX iam annos anatom. Professore". Realizzato secondo i canoni stilistici del Rinascimento, il teatro anatomico venne utilizzato nei secoli successivi senza ulteriori modificazioni.

<< torna alla pagina precedente
Azioni sul documento