Tu sei qui: Portale Etruscan Il Progetto

Il Progetto

Il progetto ETRUSCAN intende dimostrare la fattibilità dell’utilizzo delle energie rinnovabili per il trasporto extraurbano.
ETRUSCAN prevede la realizzazione di due navette ibride, alimentate a energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici e da biocarburante “intelligente”, prodotto dalla trasformazioni degli oli esausti di ristorazione.
Le navette, prototipi meccanici che non esistono in commercio, una volta pronte, saranno a disposizione di studenti dell’Università della Tuscia, come shuttle gratuito da punti cruciali e verso le sedi universitarie, e di scuole e gruppi per visite nel territorio della Provincia di Viterbo.
Le navette di ETRUSCAN dunque svolgeranno un servizio pubblico per gli studenti dell’Università della Tuscia e contribuiranno a promuovere il turismo culturale e naturalistico nella Provincia di Viterbo.
Coerentemente con le analisi globali che individuano nel trasporto su strada una importante causa delle emissioni inquinanti e di gas serra, e che ritengono questo settore una priorità per gli interventi di mitigazione rispetto al cambiamento climatico, la Provincia di Viterbo e  i partner di ETRUSCAN hanno elaborato un progetto che interviene sul problema dei trasporti per sperimentare automezzi ambientalmente sostenibili.
ETRUSCAN presenta sia aspetti di innovazione che di dimostrazione. I prototipi assemblati saranno i primi a presentare la tecnologia ibrida pura, perché i due sistemi di trazione saranno totalmente indipendenti l’uno dall’altro; verranno alimentati con risorse rinnovabili e generate localmente, avranno percorsi extraurbani, attrezzati a norma di legge per circolare anche su strade della provincia.
Intorno al percorso delle navette ci sarà una campagna informativa e attività di formazione con lo scopo di  far conoscere le potenzialità delle attuali tecnologie di uso delle risorse rinnovabili per il trasporto e per mostrare l’efficacia dei due automezzi ibridi prototipali costruiti, come esempio ben riuscito da imitare.
ETRUSCAN è un progetto molto ambizioso ma che contiamo possa esser uno strumento di sensibilizzazione e di informazione  non soltanto per gli abitanti della Provincia di Viterbo che usufruiranno del servizio ma anche per chi avrà il piacere di informarsi e prendere spunto da questa esperienza per replicarla nel proprio territorio.
ETRUSCAN è l’acronimo di “Under The Etruscan Sun: Environmental friendly Transport to RedUceSevere Climate change ANthropic factors”. Il progetto è triennale (2010 - 2012) ed è realizzato con il supporto dello strumento finanziario LIFE+.

I Partners

Provincia di Viterbo
Università della Tuscia
Oregon
Comune di Acquapendente
Punti di Vista
Provincia di Savona

Attività preliminari

L’avvio del progetto è stato caratterizzato da alcune azioni preliminari necessarie per lo svolgimento del progetto.
La raccolta di documenti, informazioni, dati quantitativi e qualitativi  ha permesso ai partner sia di approfondire le tematiche ambientali e la conoscenza del territorio, sia di essere preparati e formati  per  portare avanti  le successive azioni del progetto ETRUSCAN.
Nello specifico è stata realizzata una raccolta di tutte le informazioni  riguardanti le leggi europee in materia ambientale e cambiamenti climatici, sono stati presi in esame tutti i dati rilevanti per l’ideazione degli itinerari didattici nella Provincia di Viterbo, è stata fatta un’analisi di tutti gli stakeholders che potrebbero essere interessati alle tematiche trattate dal progetto Etruscan ed è stato organizzato un incontro con loro per ottimizzare i risultati del progetto, ed infine è stato fatto uno studio dei costi e dei benefici che si possono ottenere con l’utilizzo degli oli come combustibile.

Ideazione e creazione  dei prototipi e delle stazioni di ricarica

L’azione più visibile e concreta del progetto ETRUSCAN sarà sicuramente la creazione dei due prototipi di autobus extraurbani. Una squadra di ingegneri avrà il compito di progettare e seguire i lavori di assemblaggio delle navette. L’intero lavoro è affidato alla Oregon Group e avverrà a Savona.
La particolarità delle navette sta nel doppio motore ibrido. Infatti la navetta per viaggiare in zone extra urbane avrà bisogno di un motore fotovoltaico e di un motore che verrà ricaricato con oli esausti.
Le navette avranno però bisogno di ricaricarsi per poter permettere ai passeggeri di usufruire del servizio e per questo verranno costruite due stazioni di ricarica per le batterie elettriche e due stazioni in grado di trasformare gli oli vegetali esausti in carburante.
Le navette per muoversi dunque utilizzeranno energie pulite in grado di rispettare l’ambiente e la salute dei cittadini.

Itinerari didattici

Quando finalmente i prototipi e le stazioni di ricarica saranno pronte il vero percorso delle navette potrà iniziare. Uno degli obiettivi del progetto è proprio la dimostrazione che gli autobus di questo tipo possono viaggiare su percorsi extra urbani in maniera efficace e fornire un servizio ottimo a studenti e turisti.
Il Comune di Acquapendente avrà il compito di gestire e ideare gli itinerari didattici che mettano in evidenza la particolarità e le bellezze del territorio della Provincia di  Viterbo. Ad accompagnare studenti e turisti durante gli itinerari didattici ci saranno sempre delle guide formate per far conoscere il patrimonio artistico e ambientale della zona.
Questi itinerari accuratamente studiati  potranno esser percorsi anche a piedi o in bici oltre che con le navette, per favorire un turismo sostenibile per tutti.
Per dimostrare che le navette sono anche un ottimo mezzo di trasporto all’interno del centro urbano verranno tracciati anche degli itinerari per favorire gli spostamenti degli studenti dell’Università della Tuscia, puntando soprattutto ai benefici che potrebbero ricevere gli studenti pendolari da questo servizio.

Campagna di informazione e attività di formazione

Un altro obiettivo del progetto ETRUSCAN è quello di far conoscere le problematiche ambientali e le energie rinnovabili per promuovere una mobilità sostenibile. Per ottenere questo obiettivo i partner hanno deciso di puntare su una ricca e coinvolgente campagna di informazione.
Quest’azione sarà coordinata dall’Associazione Culturale Punti di Vista che da tempo lavora su queste tematiche e che si occuperà della campagna di informazione quanto delle attività di formazione.
Con l’obiettivo di far conoscere il progetto ETRUSCAN e le tematiche trattate verranno organizzati quattro eventi pubblici nell’arco dei tre anni.
Per favorire i cittadini che vorranno usufruire del servizio offerto dalle navette verrà allestito un infopoint nel Comune di Acquapendente che avrà l’obiettivo di fornire tutte le informazioni utili sui percorsi delle navette, registrare le prenotazioni e divulgare i materiali informativi prodotti.
Tra le attività di formazione si prevede di organizzare quattro workshop per varie tipologie di partecipanti tra cui: studenti, designer, amministratori pubblici e esperti del settore dei trasporti.


Per ulteriori informazioni visitare il sito
http://www.lifeetruscan.eu
Azioni sul documento